Alcuni altri lavori


Ristrutturazione Blocco "D" complesso edilizio "Angelo Custode" - ROVIGO

 

Il fabbricato è stato ristrutturato e adattato alle nuove esigenze, conservando i canoni tipologici dell’edificio. Si sono previsti due ingressi che collegano tutti i piani dell’edificio, uno preesistente sul lato est lungo Via Sichirollo, ed uno nuovo sul lato ovest. 

Il primo si trova in corrispondenza del vano scala esistente oggetto di interventi di adeguamento con l’inserimento di nuovo impianto elevatore e di particolari di finitura.

Il secondo immette nel nuovo vano scala, realizzato nello spazio che originariamente ospitava i servizi igienici. L’andamento della scala, con ascensore centrale, consente un collegamento più immediato e intuitivo tra il piano terra e il piano rialzato e disegna, all’ingresso del piano terra, un atrio ampio e suggestivo.

Al piano rialzato, si trova l’Archivio Diocesano con i relativi uffici e locali con armadi mobili ed altri locali di deposito con scaffalature, oltre al nuovo blocco servizi.     

Al piano primo, attraverso il vano scalea esistente, si accede alla Biblioteca del Seminario, con ampio corridoio, uffici, sale di consultazione, blocco servizi e, analogamente alla parte estrema ovest del piano rialzato, due stanze con armadi mobili per la compattazione.

Proseguendo nel vano scale lato est, si giunge al piano secondo alla sede di “Radio Kolbe” e la redazione de “La Settimana” , mentre attraverso il nuovo vano scale lato ovest, si accede al Consultorio Familiare della Diocesi.  

 



Interventi strutturali presso il Complesso Edilizio "Angelo Custode" - ROVIGO

L’intervento ha visto la dislocazione delle strutture portanti in prossimità dei muri di facciata, con l’ausilio di strutture profonde, in modo da non sovraccaricare le murature esistenti e permettendo così il loro completo mantenimento.

La posizione dei nuovi pilastri è stata suggerita dal ritmo dei pilastri in pietra del portico esistente.

Per ridurre al minimo gli interventi di demolizione, richiesti dalle nuove e particolari esigenze del progetto, si è deciso di concentrare in uno spazio individuato nell’estremità ovest del fabbricato, quella zona atta a ricevere i notevoli carichi dovuti agli armadi compattatori dell’Archivio e della Biblioteca. 

Si è proceduto alla rimozione di due solai e si è realizzata una struttura in cemento armato completamente svincolata dalle murature e dalle fondazioni esistenti, gravante direttamente su fondazioni profonde di nuova realizzazione. La progettazione, come previsto dalla normativa vigente, ha tenuto conto delle sollecitazioni indotte da evento sismico.  

Il nuovo vano corsa dell’ascensore, realizzato in muratura, costituisce l’elemento strutturale portante delle solette ”a sbalzo” in calcestruzzo delle rampe di scale, riducendo in tal modo gli interventi sulle murature esistenti. L’intera struttura grava su una nuova fondazione in cemento armato su micropali. 

Nel  vano scala sono stati realizzati due nuovi solai con struttura metallica, contenendo le sollecitazioni indotte sulle murature esistenti.

Sulla copertura piana del vano scale si è ricavato, mediante una modesta traslazione del solaio di copertura e un incremento dei carichi di esercizio, uno spazio da destinare alla localizzazione di impianti tecnologici, inibito alla vista grazie al mantenimento del frontone esistente.

 



Ristrutturazione/riqualificazione energetica fabbricato residenziale in Rovigo

Il progetto ha previsto una ristrutturazione integrale del fabbricato, conservandone le sole strutture portanti. La chiusura del porticato esistente ha permesso una riconfigurazione della distribuzione dei locali, ampliando la zona giorno, situata al pianterreno. La residenza si è potuta sviluppare dunque su circa 230 mq.

Al piano primo è situata la zona notte, composta da 4 camere da letto e due bagni. La riqualificazione energetica ha riguardato sia le pareti cieche, con la realizzazione del cappotto, le chiusure finestrate, con l'impiego di componenti di ultima generazione, la copertura e l'impiantistica.